Home » Mediazione Familiare e Gruppi

Mediazione Familiare e Gruppi

 - Mediazione Familiare

       

 

 La Mediazione Familiare
 
Si rivolge alle coppie (coniugate o conviventi) in via di separazione o divorzio che vogliano affrontare gli aspetti legati alla riorganizzazione dell'assetto famigliare; alle coppie separate o divorziate che intendano rivedere gli accordi presi in precedenza, in modo non conflittuale; a coloro che vivono un momento di difficoltà relazionale e che intendano riattivare il dialogo fra loro, con i figli o con le istituzioni.
 
 

 

Vantaggi della Mediazione familiare:

 

Se vi state separando e non avete voglia di vivere in uno stato di guerra perenne con il vostro ex, se credete che il confronto possa portare comunque a qualcosa di positivo, se pensate che valga la pena di provare ad essere dei genitori collaborativi allora la mediazione può fare per voi. Inoltre:

 

  • è limitata nel tempo (10/12 incontri); 
  • le parti elaborano in prima persona gli accordi rispetto al futuro;
  • si raggiungono soluzioni eque, condivise e quindi più rispettate nel tempo;
  • aiuta a ridurre la conflittualità e migliora la comunicazione all'interno della coppia;
  • favorisce e valorizza la genitorialità, ponendo al centro i bisogni dei figli;
  • i costi sono contenuti.

 

 

 

A chi si rivolge:

 

  •  alle coppie e ai genitori in via di separazione o divorzio che vogliono affrontare gli aspetti legati alla riorganizzazione dell'assetto famigliare, con particolare attenzione al bisogno dei figli;
  • alle coppie separate o divorziate che intendono rivedere gli accordi presi in precedenza, in modo non conflittuale;
  • a coloro che vivono un momento di difficoltà relazionale e che desiderano riattivare il dialogo fra loro, con i figli o con le istituzioni.

 

La Mediazione familiare non è:

  • una consulenza legale;
  •  una consulenza coniugale;
  • una terapia individuale o di coppia.

 

 

 

Che cos'è:

 

 la Mediazione familiare è nata e si svolge principalmente in contesti legati alla separazione e al divorzio.

 

In tale ambito, la mediazione costituisce un percorso alternativo alle procedure legali tradizionali, in cui la coppia ha la possibilità di trattare sia gli aspetti relazionali ( ...però quella volta tu mi hai detto...), sia quelli pratici ( ed ora come ci organizziamo?).

 

E' un intervento finalizzato a sostenere la coppia nell'affrontare la riorganizzazione delle relazioni familiari e le difficoltà del ruolo genitoriale.

 

Con l'aiuto di un terzo neutrale, sono le parti a elaborare in prima persona gli accordi rispetto al futuro: i genitori, infatti, sono incoraggiati a pensare agli accordi che meglio soddisfino i bisogni di tutti i membri della famiglia, con particolare riguardo all'interesse dei figli, per essere ancora genitori insieme, nonostante la scissione della coppia.

 

 

 

Chi è e cosa fa il mediatore familiare:

 

  • è un professionista formato nella gestione dei conflitti;
  • è terzo imparziale e non è giudicante;
  • sostiene le parti nella riapertura di un canale di comunicazione e solo successivamente le guida nell'individuazione di accordi concreti (affidamento e mantenimento dei figli, casa coniugale, comunicazione della separazione al nucleo famigliare, continuità genitoriale).

 

 

 

Il percorso di Mediazione familiare:

 

l'intero percorso è strutturato in 10-12 incontri di un'ora circa, oltre ad eventuali colloqui individuali con ciascuna parte.

 

Sono garantite riservatezza e confidenzialità.

 

Al termine del percorso si apre la possibilità di eleborare un progetto d'intesa durevole, non imposto da terzi.

 

 

 

Gli incontri, si svolgono in co-mediazione, cioè alla presenza di due mediatori, con formazione post-universitaria biennale.

 

 Agli incontri  saranno applicate le tariffe contemplate dallo Statuto A.I.Me.F.

 

 

 

 

 

 

 

 
 

 

 

 

 

 

 
 

 - Mediazione Familiare

              

                I Gruppi di Parola 

 

Quando le famiglie si trasformano andando incontro alla separazione dei coniugi, in mezzo ci sono i bambini.  Gli adulti, presi da tutto ciò che una separazione comporta, a volte non riescono a porre attenzione alla sofferenza che queste trasformazioni portano con sè...

Un Gruppo di parola per Figli di Genitori Separati è uno spazio per lo scambio e il sostegno tra bambini (dai 6 ai 12 anni) i cui genitori sono separati o in fase di separazione.

Si struttura in quattro incontri di 2 ore ciascuno: tre incontri sono dedicati solo ai figli e hanno l’obbiettivo di fare chiarezza e far comprendere i cambiamenti della vita familiare, trasformando in parola sentimenti, desideri, dubbi, preoccupazioni; nella seconda ora dell’ultimo incontro sono attesi anche i papà e le mamme al fine di stimolare un dialogo tra figli e genitori. Durante ogni incontro è previsto un momento di merenda nel quale i ragazzi hanno la possibilità di interagire tra di loro in modo più spensierato.

 A scopo illustrativo, indichiamo il video della provincia di Torino

"Si può dire (i Gruppi di parola per figli di genitori separati)"  

www.youtube.com/embed/B18LWjMtnz0

 " width="480">Dare la possibilità ai figli di partecipare a un gruppo di parola è un bel regalo che i genitori possono offrire, affinchè il periodo di transizione che intercorre durante il percorso della separazione sia il meno turbolento possibile.

I mediatori familiari degli Studio, a seguito di idonea formazione, hanno conseguito il titolo di Facilitatori di Gruppi di pari.

  

 

 

 

 

  

 

 

 

 - Mediazione Familiare

 

 

 

              Mediazione in altri ambiti

 

 

 

Il servizio è rivolto a tutte le persone coinvolte a vario titolo in un conflitto che intendano ottenere consulenza o aiuto, per affrontare al meglio le questioni ad esso relative. I conflitti familiari, infatti, possono non coinvolgere solo i diretti interessati, ma anche le loro famiglie di origine, i parenti, la scuola.

 

 La Mediazione familiare può intervenire dunque a supporto delle famiglie che vivono situazioni di difficoltà relazionale, favorendo la comunicazione tra tutti i membri della famiglia, o tra la stessa e le istituzioni. 

 

 

 

 Durante il percorso di Mediazione familiare possono essere attivati servizi esterni di:

  • Consulenza legale
  • Consulenza psicologica individuale o a sostegno della genitorialità
  • Consulenza pedagogica